Fili per creare bijoux con le tecniche da tessitura: quali e come sceglierli?

Cosi come per gli aghi, anche per i fili da tessitura, la scelta è assai ardua se non più complicata. Fare una panoramica dei fili disponibili in commercio è un compito assai difficile. Ogni creativa ha il suo “filo preferito” e spesso la scelta è influenzata non solo dalla destinazione d’uso, ma anche dal costo.

Proviamo a descriverli… partendo dal top!

Fireline – Wildfire : Sono entrambi fili di nylon termofusi che hanno la caratteristica fondamentale di essere resistenti e di non conservare la memoria li dove il lavoro viene disfatto. Una creazione realizzata con questo filo la rende rigida e molto compatta. Disponibile solo nei colore Crystal e Smoke (forse unica grande pecca) e in diversi spessori (0.10-0.15-0.20 i più utilizzati). La bobina standard è lunga 45 mt.
Il costo è di €7,50

Miyuki – Ko – Soho : Miyuki  e Ko posso definirsi  fili equivalenti per le loro caratteristiche. Fili di nylon trecciati disponibili in diversi colori, nello spessore standard. Il prezzo è intorno ai 3 euro e la bobina è lunga 50 mt. Il Sono possiede le stesse caratteristiche dei due fili precedenti ma risulta leggermente più elasticizzato. E’ disponibile generalmente in bianco e nero, la bobina è lunga 100 mt e il costo è intorno ai 4.50-5 euro. Questa tipologia di fili è sicuramente la più usata, ha un ottimo rapporto qualità prezzo. Rispetto al Fireline o al Wildfire è un filo che tende a sfilacciarsi un pochino .

One-G – S-lon – Super lon – Nymo possono definirsi anche questi fili equivalenti per le loro caratteristiche. Fili di nylon trecciati disponibili in diversi colori, nello spessore 0.20–0.30. Il prezzo decisamente più basso rispetto ai fili elencati precedentemente. La gamma colori è sicuramente la più vasta a  discapito però della resa. Infatti questi fili sono decisamente meno malleabili e si sfilacciano molto. Il loro uso è consigliato quasi sempre insieme alla cera che consente al filo di rimanere integro durante la lavorazione. In particolare segnaliamo il filo One-G della casa giapponese Toho che, venduto in bobine da 229 mt, ha un eccezionale rapporto qualità prezzo.

Filo di Nylon propriamente detto lenza da pesca: questo filo è ideale per lavori di assemblaggio e di creazioni realizzate con la tecnica del Raw (incrocio fili).  Disponibile di diversi spessori, è un filo utile ma allo stesso tempo complicato da usare. Si arriccia spesso, prende la forma e si annoda. Ha il vantaggio però di essere un filo trasparente che all’interno delle creazioni non si vedrà mai. Sconsigliato per i lavori di tessitura.

Ogni creativa sceglie il suo filo in base al lavoro da realizzare e dalla riuscita che vuole ottenere.

Anche qui il consiglio generale è di trovare il filo che fa per te  ovviamente sperimentandoli con le diverse tecniche.

Noi di Perlinebijoux abbiamo raccolto tutti i fili disponibili in un’unica categoria dedicata a FILI, CORDE E CATENE, vi consigliamo di darci uno sguardo per scoprire, oltre ai fili per la tessitura, molti altri materiali utili per creare i vostri bijoux.

Articoli correlati
Featured Video Play Icon
Featured Video Play Icon
Featured Video Play Icon